Contact
Contact

Lacrime di latte

da | Ago 6, 2018

Cara Clarissa, ho sognato un lago al quale davo le mie lacrime.
Qualche giorno dopo una persona mi ha parlato di te e nella homepage del tuo sito ho ritrovato lo stesso lago, quello vicino al quale sei seduta nella foto. Così ti scrivo.
In giugno ho dato alla luce la mia bambina a 36 settimane di #gravidanza. Il suo cuore aveva smesso di battere nella mia pancia qualche giorno prima. Ho avuto un bel #parto. L’ho vista tornare nel mondo spirituale pieno di luce.
Ora voglio tornare alla natura per ascoltare il battito della terra e vivere la mia trasformazione all’interno di questo lutto.
Ho bisogno prima di tutto di un luogo, poi di un accompagnamento e di cure dei miei bisogni quotidiani. Desidero stare qualche giorno con una persona che mi accompagni nel mio dolore, con tutto ciò che viene.
Attorno a me la vita continua, ma io ho bisogno di fermarmi un attimo e ascoltare.
Dal mio seno a volte gocciola del latte, tutti mi propongono rimedi per farlo smettere senza chiedermi se io voglio che smetta.
Per me queste sono lacrime di latte e il mio corpo ha bisogno di piangere ancora un po’.
Sento che per poter attraversare questo lago di dolore prima devo fermarmi un attimo e donargli le mie lacrime.

Mi è stato detto che accogli anche donne che stanno affrontando questa perdita.
Potresti accompagnarmi nel mio processo?
Il mio sogno era molto chiaro e so che tu sei la persona che sto cercando.
A.

Di certo non era questa la prima richiesta che mi immaginavo per inaugurare i Ritiri di Sacred Seeds al Centro Origine.
Mi fido però della vita e so, per continue esperienze, che in ogni apparente sfida porge sempre la chiave per inaspettate evoluzioni.
E così una domenica sera, qualche settimana dopo aver ricevuto questa email, alla mia porta bussava una giovane #donna.
Il suo ventre leggermente arrotondato con la sua mano appoggiata sopra, mostrava ancora il suo essere appena stato Casa.

Avevamo parlato una volta al telefono, mi aveva confermato la sua precedente richiesta aggiungendo di voler comprendere il perché dell’esperienza che stava vivendo affinché non si ripetesse più.
Da parte mia avevo solo un’idea di quello che avremmo potuto fare insieme ma mi era chiaro che c’era altro oltre a quanto lei mi stava chiedendo. Non spettava a noi controllare che non accadesse di nuovo.
Il non sapere in anticipo cosa fare mi ha permesso di entrare in uno stato di devozione totale, rendermi al servizio di ciò che potevo servire e aprirmi all’ascolto della sua #anima.

Il suo #ritiro presso #Origine è stato scandito da momenti quotidiani come la #meditazione del mattino e quella serale, la colazione insieme, tempi di parola e altri di ascolto. Abbiamo lavorato a più livelli trasformando, amando, liberando e includendo.
Mi sono presa cura del suo corpo attraverso le mie mani, del suo cuore attraverso il mio amore, della sua mente con il mio sguardo, della sua anima con il mio sorriso. Lei mi parlava in tedesco, io le rispondevo in inglese e dopo un paio di giorni io le parlavo in tedesco e lei mi rispondeva in inglese 😀 … le nostre anime si erano armonizzate e comunicavano senza ostacoli.
Abbiamo lavorato intensamente, riso tanto e pianto poco con sua gioia e sorpresa.
Ha scoperto ciò che veramente aveva bisogno di scoprire e dato espressione a ciò che voleva essere visto. Ad un certo punto, ha compreso che quella che stava vivendo era una preziosa opportunità che poteva cambiarle la vita. Non dava più peso al sapere se sarebbe successo di nuovo o meno perché aveva potuto entrare profondamente in sé stessa e vedere i doni che la stavano aspettando. Tutt’ora non sappiamo se accadrà di nuovo o meno ma sappiamo quanto tutto questo sia stato importante per lei.

Siamo state al lago, abbiamo camminato e celebrato.
Il suo seno ha versato #lacrime di #latte per un’ultima volta, il suo cuore è tornato ad essere Casa e il suo ventre ha cambiato forma.
La sua energia è mutata, la sua consapevolezza si è amplificata, il suo essere è più radicato nella vita.
Poterla servire in questo passaggio ha trasformato anche me.
L’ho vista arrivare giovane e ribelle, arrabbiata e confusa, sulle difensive e all’attacco … una settimana dopo l’ho osservata partire matura e presente, raggiante e curiosa, disponibile e alleata a sé stessa.

Puoi contattarmi attraverso il form sul sito per prenotare il tuo ritiro.

Puoi leggere ulteriori informazioni sui ritiri di Sacred Seeds nella relativa pagina

Sacred Seeds

© Clarissa Semini